La nostra Associazione da una quindicina di anni ha preso a cuore la grave situazione della regione di Gomel, in Bielorussia, territorio contaminato dalle radiazioni emesse dopo l’incidente dalla centrale atomica di Chernobyl.
Ogni anno organizziamo un convoglio umanitario con aiuti mirati, scelti dopo una verifica attenta, effettuata direttamente in loco da un gruppo di nostri volontari che raccolgono le necessità e le urgenze, facendo capo ad alcune realtà: le suore di Madre Teresa di Calcutta, il sacerdote cattolico Padre Slavomir, le suore Benedettine che si occupano di bambini disabili, i direttori di due orfanotrofi.

La peculiarità della nostra Associazione è, dopo aver rilevato le necessità, attivarsi per rispondere in modo concreto alle più urgenti, consegnando di persona il materiale in modo che nulla vada perduto, ed infine verificarne l’utilizzo corretto.